Il Commento | da un'idea di Antonio Corona

Bucce di banana*

di Antonio Corona

Le responsabilità costituiscono pane quotidiano dei dirigenti della carriera prefettizia.

Da inorgoglirli perfino, essendo finalizzate, quelle responsabilità, al soddisfacimento dell’interesse generale della collettività, cui essi sono convintamente votati.

Lecito nondimeno attendersi ragionevolezza, fondatezza, chiarezza dai precetti normativi.

Altrimenti, le responsabilità possono in fine tradursi soltanto in autentiche, viscide bucce di banana, disseminate qua e là sul percorso del capro espiatorio per l’occasione al quale, se possibile, imputare pure il risarcimento del danno.

(Continua a leggere…)

E se maltrattassimo i Trattati?

di Maurizio Guaitoli

La colpa della crisi?

Sicuramente del Legislatore, nazionale e internazionale.

Però, oltre a lamentarsi a giusto titolo, mi sembra che si parli con fin troppa approssimazione di modifica dei Trattati e di rilancio dell’Unione Europea, senza avere in testa politicamente nessun disegno strategico e sistemico alla Shuman. Siccome, come direbbe qualcuno, “io il curriculum ce l’ho”, provo a dire pubblicamente come restituire potere al Popolo senza fare “populismo”. Visto il monito quirinalizio sul fatto che i Trattati europei non vanno maltrattati ma semmai cambiati, provo a inserirmi in questo discorso, nel tentativo di suggerire, dal mio punto di vista, come si potrebbe davvero dare nuovo impulso alla costruzione europea.

(Continua a leggere…)

Via della Seta e Prefetti

di Andrea Cantadori

Quando, nel 2013, il premier David Cameron annunciò che avrebbe indetto un referendum sulla Brexit, si intravvedeva che nella élite britannica si stava facendo strada l’idea di trasformare l’Isola in una enorme Singapore, con lo sguardo rivolto verso le opportunità offerte dalla Cina.

Ora il disegno sta prendendo forma e l’accordo fra la Bank of England e la People’s Bank of China mette una parte considerevole dell’enorme liquidità cinese in mani britanniche.

(Continua a leggere…)

La chat

di Leopoldo Falco

Poco educato alle virtuosità informatiche e solo da alcuni mesi inserito dai figli nel colorato mondo di whats.app, mi sono trovato a ricevere in poche ore moltissime mail, al punto da pensare seriamente a ritornare sui miei passi per sottrarmi a quel bombardamento forse per me troppo impegnativo.

Poi, anche ritrovando foto di persone che comunque avevano avuto in passato un significato nella mia vita e alle quali ero affezionato, ho deciso di impegnarmi in queste interrelazioni, suscitando l’ilarità e l’ironia in particolare dei figli, che mi vedevano goffo nella scoperta di quella che per me era una nuova realtà.

(Continua a leggere…)