Il Commento | da un'idea di Antonio Corona

In tema di emergenze

di Antonio Corona

Notte.

Di quelle nere, nere come la pece.

A ben vedere, una notte come tante altre.

La cena non è stata neanche così male.

Ma quel Presidente… non la smetteva proprio più!

Possibile che non ci si renda conto?

Con un microfono in mano, certe persone perdono la misura del tempo e della soglia di sopportazione: altrui.

La prossima volta, ci vada il prefetto, invece di stare a delegare uno di noi!

Per carità, si scherza, non si sa mai…

(Continua a leggere…)

Negrieri a Bruxelles Migrazioni incontrollate e plutocrazia

di Maurizio Guitoli

A chi la “Capitana Nemo”?

Ai cultori mondiali del politicamente corretto, naturalmente.

E non importa se poi l’interessata abbia colpe oppure no.

Il santino della Carola è come quello che viene bruciato nei riti di iniziazione delle sette segrete: non importa di quali delitti ti sia macchiato o ti macchierai purché tu resti fedele al patto segreto che ti lega a noi, cioè al mainstream della globalizzazione delle frontiere aperte. Greta e Carola sono due epifenomeni che hanno le stesse identiche radici nell’utopia di chi crede che le questioni identitarie siano ormai un fatto superato, obsoleto e vituperabile. Sarà anche per questo che Francis Fukuyama(quello della Fine della Storia che, però, è infinita..) dedica il suo ultimo saggio, Identità, proprio a questo aspetto cruciale, in cui le questioni della diversità etnica, culturale, linguistica e sociale sono del tutto ineliminabili nell’Io autentico(singolo, di gruppo, di nazione) che si protegge, richiamandosi ai valori del nazionalismo, del sovranismo e del populismo, dalla utopia dell’ibridazione delle razze e del diritto del migrante economico di andare dove gli pare e piace.

(Continua a leggere…)