Il Commento | da un'idea di Antonio Corona

Il commento XI raccolta 2018 – 14 novembre 2018

 

Il Suo nome?
D’altri tempi.
Di re e di regine,
carrozze e cavalli,
ciprie e parrucche,
livree e lame sguainate,
spadaccini e cortigiani,
passioni e intrighi di palazzo,
maschere, tradimenti, tumulti…
Di Lei?
La gentilezza, il garbo,
la capacità di ascolto e di comprensione,
mai ipocriti o celatamente insofferenti.
E la grazia, la leggerezza,
con cui chissà quante volte avrà volteggiato sulle punte
all’inseguimento dei sogni
di ogni bambina con la fotografia in camera
di una étoile da emulare.
Prima che, poi, intraprendesse la strada per il Viminale.
Da Lei onorato,
in ogni momento e situazione,
con profondo Senso del Dovere, delle Istituzioni, dello Stato.
Con dignità.
Che, forse, in fondo,
solo una principessa vera, autentica…
Di Lei soprattutto il sorriso,
pronto a rompersi in un battibaleno
in una risata cristallina, genuina.
Genuina quale Tu sei stata,
cara Maria Antonietta*.                           *Cerniglia, collega(e amica)
Ci mancherai.
Mancherai persino a chi non ti ha conosciuto.
Ti accompagni,
in questo piroettare libera tra le nuvole,
una tenera carezza.
(an.cor.) 

  • 54/c.4 T.U.E.L.. Elementi esplicativi, di Antonio Corona
  • Immigrazione e processi infiniti, di Maurizio Guaitoli

download

Art. 54/c.4 T.U.E.L. Elementi esplicativi

di Antonio Corona

Sentenza n. 316/17 del T.A.R.-Sezione staccata di Pescara.

In proposito, lo scrivente è intervenuto con Art. 54/c.4 T.U.E.L.. La concretezza di un caso, la necessità di indicazioni univoche(il commento, prima raccolta 2018, 5 marzo 2018, www.ilcommento.it), in annesso.

Ritenendo di fare cosa gradita, si riportano taluni stralci sul tema tratti da corrispondenza intercorsa tra il D.A.I.T., che qui si coglie l’occasione per ringraziare vivamente, e la Prefettura di Chieti.

Preventiva comunicazione al prefetto dell’ordinanza ex art. 54/c.4.

(Continua a leggere…)

Immigrazione e processi infiniti

di Maurizio Guaitoli

Sono pazzi questi Honduregni e Salvadoregni?

Come si possono affrontare con donne e bambini di qualunque età molte migliaia di km a piedi, attraversando vari confini per poi arrivare in Messico e quindi a viva forza negli Stati Uniti?

In tal senso, come sempre, il cattivo esempio viene dall’Europa.

(Continua a leggere…)