Maurizio Guaitoli | Il Commento

Maurizio Guaitoli

La scommessa sui boat people

di Maurizio Guaitoli

Chi scommette sui boat people?

Chi ci guadagna grandi fortune, come criminali, miliziani e trafficanti di ogni genere: dei Re Mida a rovescio che convertono donne e uomini nati liberi in naufraghi e disperati.

Gli altri profittatori sono gli Stati da cui fuggono, che prima li lasciano liberi di andare (ricattando politicamente i Paesi di accoglienza) e poi ne sfruttano le rimesse.

(Continua a leggere…)

Democracy 3.0

di Maurizio Guaitoli

Gli intellettuali italiani?

Zombie che si credono padreterni. Sento molti di loro parlare in giro di democrazia diretta, tra chi la difende e chi ne ha orrore. Bene. Nel 1989(millenovecentoottantanove), da giovane e oscuro funzionario, feci arrivare a Oscar Luigi Scalfaro, allora semplice deputato, un mio progetto di democrazia diretta futuribile, ricevendo una risposta molto garbata e costruttiva da parte sua, che conservo autografa tra le mie carte. Aggiorno un po’ il ragionamento di allora, in anteprima rispetto al mio attuale volume in gestazione, di Democracy 3.0: buona cioè per il… Terzo Millennio!

(Continua a leggere…)

Global Impact

di Maurizio Guaitoli

Global Compact(for Migration), o Global Impact?

Leggendo con grande attenzione il testo ufficiale in inglese, che descrive i ventitré cardini del suddetto Global Compact for Migration(Gcm), si rinviene nella sua formulazione il canone rigoroso del politicamente corretto mainstream.

Pazienza se fossero solo parole, come sostengono i loro estensori e firmatari, visto che l’Accordo non è vincolante per gli Stati, essendo esclusivamente una affermazione di principî.

Il che, a mio avviso, è palesemente una mezza verità che ci riserverà moltissime sorprese spiacevoli per il futuro. Tra ricorsi, pronunce delle magistrature interne e internazionali, sarà sempre più difficile, se non impossibile, difendere i confini nazionali dalle migrazioni economiche di massa.

(Continua a leggere…)

Immigrazione e processi infiniti

di Maurizio Guaitoli

Sono pazzi questi Honduregni e Salvadoregni?

Come si possono affrontare con donne e bambini di qualunque età molte migliaia di km a piedi, attraversando vari confini per poi arrivare in Messico e quindi a viva forza negli Stati Uniti?

In tal senso, come sempre, il cattivo esempio viene dall’Europa.

(Continua a leggere…)

Se Dio è il Popolo

di Maurizio Guaitoli

Il Popolo, i suoi dei e i suoi demoni.

Il vero problema è che questi ultimi, miti e leader, sono oggetti multiformi, cangianti e perlomeno bifronti dove la terra di nessuno tra Male e Bene è sempre troppo ampia e ambigua come un disegno di Escher dove il cigno nero genera quello bianco, e viceversa. Prendete i Dioscuri oggi al potere che mascherano dietro la loro alleanza per contratto un conflitto insanabile, per cui alla fine ne rimarrà uno solo. Costoro, in verità sono solo maschere che celano il vero volto dei loro creatori, Casaleggio Associati, da un lato, e l’antigermanismo alla Paolo Savona dall’altro, che mira a fare dell’Europa una nuova Lega delle Nazioni con una vera e propria Fed(Banca Centrale Usa) europea e una difesa comune per la blindatura dei confini esterni contro l’assalto delle attuali migrazioni epocali economiche africane.

(Continua a leggere…)

La costellazione del Cigno Nero

di Maurizio Guaitoli

Il Cigno Nero delle (Cinque) Stelle?

La nuova Lega italiana di Matteo Salvini.

Resta solo da stabilire quando il barbuto Cyrano pronuncerà la fatidica frase “E al fin della licenza, io tocco!”. Perché, prima o poi, il sacrificio del suo attuale alleato è un evento non solo scontato ma necessario, guardando alla constituency della Lega avvinta indissolubilmente al benessere e alla crescita economica del Nord produttivo e laborioso. La sua compartecipazione al governo con un movimento della spesa allegra, che mette a carico del contribuente e dell’indebitamento pubblico(che oggi supera del doppio la soglia fisiologica di Maastricht) gigantesche politiche assistenziali, non ha nulla di strategico se non quello di crescere a dismisura da azionista di minoranza al suo esatto opposto, a spese delle… Stelle.

(Continua a leggere…)